Guestpost: Professione Fotografo di Matrimonio – Emanuele Pagni

emanuele pagni
Per l’inizio dell’estate, il periodo più apprezzato per i futuri sposi, ospitiamo un Guest Post di un amico che ha fatto dei matrimoni il suo mestiere: Emanuele Pagni. La sua passione per il lavoro di fotografo traspare dalle sue opere e dalle sue parole, perciò sono felice di proporvi la sua esperienza e approfittare del mio spazio online per farvelo conoscere:

Ho iniziato la professione di fotografo dopo aver trovato in una piccola libreria sotto la stazione di Santa Maria Novella a Firenze un libro di Robert Doisneau.
Era un´antologia di scatti con un´ampia sezione dedicata ai suoi “baci rubati” nella cittá di Parigi. Ne rimasi immediatamente colpito e mi appassionai al suo uso del bianco e nero e soprattutto alla sua poetica, unica ed essenziale, dolce e mai ostentata.
Sfogliai le pagine migliaia di volte sentendo che dentro di me nasceva la necessità di realizzare qualcosa di mio personale, seguendo la filosofia di quelle immagini scattate nella capitale francese.

La fotografia negli anni é diventata il mio lavoro, ma la passione e la ricerca sono rimaste le stesse. Voglio cogliere momenti di vita, sentimenti spesso nascosti agli occhi, attimi di realtà fugaci…lo straordinario nell´ordinario.
Il mio percorso si é sviluppato attraverso vari stili e generi della professione fotografo: la street photography, la fotografia artistica, il reportage sociale, servizi in zone di crisi ed infine il reportage di matrimonio.

Quando ho iniziato a fotografare matrimoni capivo che in un giorno soltanto mi era data la possibilità di raccontare una storia… enormi possibilità offerte alla creatività… tutto deve essere canalizzato nel ricordo silenzioso e allo stesso tempo potente della fotografia. Improvvisare con la luce che gli ambienti offrono é una sfida bellissima e spesso i risultati sono sorprendenti.
Mi affascinano -in postproduzione- immagini che ricordano le illuminazioni di Caravaggio, di Rembrandt ecc… credo siano momenti in cui mi è donata la bellezza, che attraverso la mia attenzione ed il mio lavoro devo solo cesellare nei fotogrammi.

È bellissimo allora osservare come i gesti raccontano emozioni, ricordi, sentimenti scavati dal tempo e dal cammino di persone che hanno deciso di attraversare insieme il viaggio della vita.

Consiglio alle coppie di osservare il lavoro del fotografo, di lasciarsi emozionare dalla sua poetica e dal suo occhio… non è fondamentale solo la quantità di foto che vi verrà consegnata al termine. Il lavoro consegnato deve essere completo nella quantità, ma anche curato attentamente nei dettagli… valori fondamentali di un professionista dell´immagine.

Vi ho incuriosito a sufficienza? Volete scoprire di più? Visitate il sito di Emanuele, www.emanuelepagni.com

Lascia un commento

*

code