13 Errori da evitare nell’organizzazione di un matrimonio

errori2

Ecco l’articolo da attacco di panico… 😀 non voglio spaventare nessuno ovviamente, ma suggerirvi di avere alcune accortezze per non complicarvi la vita in un periodo pieno di cose a cui pensare. Per cui quì di seguito sono elencate alcune disattenzioni che potrebbero costarvi qualche malumore,  pensateci su:

1. Decidere la location senza aver prima fatto un conteggio degli ospiti.

affollamento

Chiaramente il luogo del ricevimento è una delle primissime cose che vengono prenotate per un matrimonio; prima del vestito, prima del fotografo, prima del catering… alle volte prima ancora di decidere chi saranno i testimoni! Ma ricordate che è fondamentale fare un conteggio accurato del numero di ospiti, e non solo una stima intuitiva. Chiaramente la maggior parte dei gestori di questo genere di venue vi chiederà quanti siete, cercate di essere realisti. Nessuno vuol ritrovarsi a escludere persone perchè non entrano nella sala da pranzo, come è anche piuttosto antipatico rendersi conto di aver prenotato una villa medicea enorme solo per avere 30 stanze vuote.
Quindi, primo step per l’organizzazione di tutto: lista degli invitati.

 

2. Assegnare ruoli fondamentali per la cerimonia solo in base al rapporto di parentela.

matrimoni-gypsy_650x435

Per capirsi: non è detto che se avete una cuginetta di terzo grado di 8 anni debba NECESSARIAMENTE esserci una microdamigella che porta le fedi. Potete anche farne a meno, se lo desiderate. Ricordate che vi sposate voi e non i vostri parenti.
Stessa cosa vale per testimoni, damigelle della sposa, bimbi che spargono petali di fiori, etc. Create una cerimonia che sia vostra e delle persone a cui tenete, non una serie di comparsate per accontentare tutti.

 

3. Non essere attenti e coerenti nell’invitare gli accompagnatori.

matrimoniobolivia2

Decidete una regola per invitare le ‘dolci metà’ dei vostri amici e attenetevi a quella. Nella prassi di solito si invitano mogli/mariti anche se non si conoscono (invitate il collega sposato dell’ufficio a fianco? contate anche la moglie, anche se non sapete nemmeno come si chiama) e anche fidanzati se si tratta di qualcosa di serio. Le storie estive non devono necessariamente essere invitate, a meno che non conosciate il soggetto in questione e vi vada di averlo al matrimonio. Cercate di usare lo stesso criterio per tutti (e non vi preoccupate, per un motivo o per un altro ci saranno comunque degli ‘imbucati’! 😀 ).
Cercate di essere chiari nelle partecipazioni, sia per il vostro ospite che per voi; ricordate che in quasi tutti i matrimoni dovrete decidere l’assegnazione dei posti a sedere!

 

4. Non inviare in tempo le partecipazioni

tardi

Vi volete sposare il 10 luglio? Avete calcolato che molti dei vostri amici potrebbero aver organizzato le ferie estive già a marzo? Ricordate di inviare le partecipazioni per tempo, con l’affrancatura giusta (per questo potete controllare i vari formati e prezzi sul sito delle poste italiane) e se non fate in tempo con la tipografia, non mancate di avvertire prima con una email o meglio ancora con una telefonata.
Meglio ancora, avvertite tutti quelli a cui tenete nel momento stesso in cui decidete la data.

 

5. Non leggere i contratti che firmate con i fornitori

Fantozzi-e-Filini-a-caccia

Non siete bravi a analizzare i contratti? Fatevi aiutare senza vergogna; amici, genitori, colleghi… Le cifre che andrete a spendere per sposarvi sono piuttosto importanti e non vorrete firmare per poi pentirvene. Calcolate per quante ore avrete a disposizione i fotografi e la location (con particolare attenzione all’orario di chiusura per i matrimoni serali), cosa è compreso nell’aperitivo, quante e quali bottiglie di vino saranno disponibili per i vostri ospiti, quale è la disponibilità di menù alternativi per celiaci, etc.

 

6. Infognarsi nel ‘fai da te’

Pinterest-Vs-Reality-Budget

Quante meravigliose idee avete salvato nel vostro album ‘Matrimonio dei sogni’ su Pinterest? Ricordate che a meno che non abbiate moltissimo tempo a disposizione o molti amici disponibili e con l’hobby del fai da te (che oggi si scrive in modo molto più trendy: DIY) non tutto è realizzabile; senza considerare il fatto che spesso quello che viene presentato come ‘diy’ o ‘shabby chic’ su pinterest è opera di veri artigiani professionisti (non di impiegati che si improvvisano falegnami). Concentratevi solo sul realizzabile, fate vedere le foto delle vostre ispirazioni a coloro che si occuperanno del vostro matrimonio (fiorista, wedding planner, curatori della location, fotografi, etc.), e cercate di essere realisti: se volete spendere un massimo di 30 euro per centrotavola, niente mazzi da cinquanta rose bianche, neanche se ve li lega insieme vostra nonna.

 

7. Non calcolare abbastanza cibo o bevande.

birraia

Avete letto il punto 5 quì di sopra? 😀 Specifico ancora meglio: controllate esattamente cosa è compreso nel servizio del catering durante i vari momenti della festa. Se una parte dei vostri ospiti è invitata soltanto dopo cena, cercate di non offrire solo caffè, amari e la torta nunziale. Calcolate un open bar (chiedete quali cocktail sono disponibili e se c’è un barman a servirli o un cameriere), della pasticceria assortita, se volete esagerare un angolo crepes, zucchero filato o bomboloni caldi.

 

8. Non dare peso alla burocrazia matrimoniale.

SCARTOFFIE

Siete andati in comune a fare la pubblicazione di matrimonio? Avete pagato il bollettino per la cerimonia? Cercate di non scordarvi che per sposarsi queste cose sono fontamentali sia per un matrimonio civile che religioso; per il civile inoltre dovete essere certi che nella data che avete scelto ci sia un officiante disponibile (o un addetto del comune nel caso l’officiante sia un vostro amico). Chiamate l’ufficio anagrafe del Comune per avere tutte le informazioni che vi servono.

 

9. Non conteggiare le piccole spese

spese impreviste

Ricordate che in un matrimonio spesso le ‘piccole’ spese vengono moltiplicate per centinaia di invitati e diventano spese importanti. Dal menù stampato in tipografia, alla bomboniera, alle candele, ai fiorellini per le damigelle… e poi il porta-fedi, il tovagliato per l’altare per i matrimoni in villa, i copri sedia, i cuscini, le bolle di sapone, i petali di rosa, etc. Tenete un conteggio scritto di tutte le spese o alla fine avrete certamente perso il conto.

 

10. Non mangiare il giorno del matrimonio

la-sposa-cadavere-immagine-dal-film-6_mid

Alcune spose per l’emozione o per la gestione degli ospiti finiscono per non mangiare niente il giorno del matrimonio. Cercate di fare attenzione a ingerire qualcosa, non è un gran che una sposa svenuta o ubriaca fradicia dopo il terzo brindisi.

 

11. Non calcolare abbastanza tempo per prepararvi.

sposa-durante-i-preparativi

Cercate di far sì che la preparazione della sposa sia un momento di gioia, relax e divertimento, non un attacco di panico. Godetevi il momento. Partite con largo anticipo e mettetevi in mano a professionisti che sapranno consigliarvi sui tempi richiesti alla preparazione (e evitate che le amiche si mettano d’accordo con la truccatrice per farvi ritardare, finendo per farvi ritardare 40 minuti e non avere nemmeno i capelli fatti… ehm storia di vita vissuta 😀 ).

 

12. Non ringraziare i vostri ospiti

scrooge

Cercate di ringraziare e salutare uno per uno tutti gli ospiti che saranno al vostro matrimonio; è piuttosto complicato, e potreste approfittare del momento in cui sono tutti seduti a tavola per riuscire a farcela. Un altro accorgimento è quello di creare dei biglietti di ringraziamento da appoggiare sul tavolo insieme al menù. Se invece avete pensato di inviare dei bigliettini DOPO il matrimonio, preparateli comunque i giorni prima, magari coordinati con le partecipazioni. Ricordate che se una persona è al vostro matrimonio è perchè vi è cara, non mancate di farglielo sapere.

13. Essere social-network-fobici

social network fobici

Cercate di non essere troppo rigidi con i vostri amici, e non vietate di fare foto e/o pubblicarle. Piuttosto, fornitegli un indirizzo email o un hashtag instagram per poterle ricevere tutte!

 

Lascia un commento

*

code